Archivio del mese di

maggio 2018

aspettando un governo o le nuove elezioni: ancora femminicidi

postato il 31 Mag 2018
aspettando un governo o le nuove elezioni: ancora femminicidi

Ogni volta é come se le torture e la morte le sentissimo nella nostra carne. Questa mamma uccisa dall’ex di fronte al figlio a Seregno non potró dimenticarla: è successo dietro la casa di mia figlia Paola e delle mie due nipotine adolescenti. In una via dove passo quando vado a trovarle; penso spaventata che si innamoreranno presto e che, anche loro, come tutte le donne che hanno ricevuto violenza e sono morte nei modi piú atroci, davanti ai loro figli o con loro, per mano di un uomo che sosteneva di amarle, rischieranno di incontrare violenze.

Tra le donne che hanno commentato il mio post sono-angosciata... Continua

Pubblicato in: Donne, Europa, Istituzioni, politica

O adesso o mai più

postato il 29 Mag 2018
O adesso o mai più

7Pubblico qui di seguito un lungo contributo che la mia cara amica Laura Orsucci, mi aveva promesso da stamattina, quando per iniziare il suo turno di lavoro si era alzata alle quattro e mezza, mentre ringrazio tutte le amiche che mi hanno mandato commenti al mio post di stamane: “Sono angosciata e molto arrabbiata” chiedendo un po’ di pazienza perché gli stimoli sono tantissimi e prima di rispondere a ciascuna di voi come vorrei, devo leggervi con attenzione e siete proprio tante. Segno che il disorientamento e superato e prendiamo la parola, sovente riconoscendoci reciprocamente.

Sono sicura che anche a lei qualcuna avrá voglia di dire quello che pensa di ció che ha scritto, e di cui la ringrazio promettendo... Continua

Pubblicato in: Europa, Istituzioni, politica,

Sono angosciata e molto arrabbiata

postato il
Sono angosciata e molto arrabbiata

Prima di considerazioni costituzionali che lascio ad Onida e ad altri e altre, vi voglio dire di aver ascoltato allibita il discorso di Mattarella, ricevuto come un pugno allo stomaco che mi ha lasciata senza fiato.

Eppure la mia esperienza e la mia eta’ mi hanno abituato a tante uscite politiche inopportune che arrivavano quasi sempre da uomini aggressivi e convinti di aver la verità in tasca e conosco Mattarella da tanti anni, mio collega in parlamento, uomo schivo e timido, mai desideroso di primeggiare e senza particolari capacità di far emergere un suo pensiero trascinante.

Cosa ha potuto spingerlo a prendere una decisione così grave, per difendere i nostri risparmi, unica giustificazione addotta, e di conseguenza... Continua

Pubblicato in: Istituzioni, politica,

Assemblee e congressi, elezioni e governo

postato il 20 Mag 2018
Assemblee e congressi, elezioni e governo

Finito ieri il mio giro ecofemminista al Sud, dove ho incontrato tante amiche vecchie e nuove, e anche qualche caro amico che mi ha aiutata come Domenico Gattuso, con cui mi sono confronata nelle pause, ritorno a seguire in rete e sui media cosa succede nella seconda politica, in particolare vorrei sapere che succede alle donne che conosco e che hanno deciso di giocarsi in prima persona in questa fase in cui, come al solito nel nostro paese, esistono solo maschi e proposte maschili e dobbiamo registrare la vergognosa iniziativa della presidente della commissione donne del Comune di Roma, che ha proposto e fatto approvare la delibera per sfrattare la Casa internazionale delle donne, dichiarandone il progetto fallito. Ho detto dei luoghi delle... Continua

Pubblicato in: Donne, Istituzioni, politica,

I luoghi delle donne

postato il 16 Mag 2018
I luoghi delle donne

Il mio giro siciliano e’ iniziato dalla casa  delle donne di Palermo grazie a Daniela DIoguardi e a Catania, l’amica Anna di Salvo e’ intervenuta raccontando L’attivita’ de Le citta’ vicine e poi mi ha inviato questo articolo che riporta la discussione del recente convegno a Napoli La  citta’ all’opera dove entrambe sono intervenute rispetto alla Casa delle donne di Napoli che si differenzia dagli altri beni comuni dati in uso civico perche’ non offre servizi. Interessante anche l’aggancio ai derivati che con gli interessi spesso usurai rubano ai comuni le risorse per i piu’ deboli come ha detto il sindaco.

Sono stata invitata a Napoli il 25 e spero di incontrare... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, Istituzioni, politica,

Una foto, un simbolo

postato il 14 Mag 2018
Una foto, un simbolo

Graziella Proto, nel giorno del suo compleanno, apre la presentazione a Catania. Gia’ assessora del Pd e poi di Rifondazione dà un taglio politico al suo intervento e paragona gli anni del femminismo al “nulla che c’è adesso” ricordando di appartenere ad una generazione fortunata con un sogno da realizzare. Abbiamo fatto errori ma abbiamo lottato duramente divertendoci ed abbiamo ottenuto molto. Grazie alle nostre relazioni, all’empatia nelle nostre riunioni, alla chiarezza dei valori e dei nostri comportamenti quotidiani, ma anche elettorali nei confronti di chi portava avanti i nostri contenuti.

Perché oggi questa dispersione, questa forbice crescente e insopportabile tra supericchi e poveri? Dobbiamo... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, politica,

Una serata entusiasmante alla Casa Mediterranea delle Donne di Palermo

postato il 9 Mag 2018
Una serata entusiasmante alla Casa Mediterranea delle Donne di Palermo

A Palermo, alla casa mediterranea delle donne, c’è stata una discussione politica appassionante e coinvolgente. Rita Calabrese ha introdotto l’ecofemminismo in Italia ricordando le varie fasi del movimento dei verdi da Cernobyl al 2009, quando sono scomparsi dal parlamento chiedendosi subito se si tratta di una parabola esaurita. Le donne in primo piano fin dal convegno di Pescara “la terra ci è data in prestito dai nostri figli” a quello di Bologna”madre provetta” a “politica sostantivo femminile” di Catania ne hanno fatto un movimento che indica una pratica di vita, un modello organizzativo di “arcipelago”, una pratica e teoria di sacralità laica della terra, una messa in discussione... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, politica,

un’altra voce di ecodonna

postato il 5 Mag 2018

Adesso che é piú conosciuto il mio blog si apre a tutte voi. Grazie Marella che sei la prima!

Ieri si è svolto al IV Municipio di Roma un bell’incontro tra donne e non solo.
La presentazione del libro”L’ecofemminismo in Italia: le radici di una rivoluzione necessaria” è stata l’occasione per ribadire ciò che è sotto gli occhi di tutti: l’Italia sul fronte della parità di genere sta regredendo.
Questo di seguito il mio intervento.
Inizio ringraziando di cuore Laura Cima e Franca Marcomin, ideatrici e curatrici del libro “L’ecofemminismo in Italia: le radici di una rivoluzione necessaria”, che con tenacia, determinazione, competenza e con... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne,
Carica altri articoli