Archivio categoria:

Donne

Donne e migranti per l’Europa e il mondo

postato il 25 Nov 2021
Donne e migranti per l’Europa e il mondo

Come sempre il 25 novembre mi rifiuto di celebrare l’uccisione violenta e gli stupri di tante sorelle che continuano impuniti ogni giorno nel nostro paese e nel mondo. Le loro ferite e il loro dolore sono tutte in me e, quotidianamente, da una vita, con le mie compagne ecofemministe di strada e di rete, grazie alle tante attiviste che operano nei centri antiviolenza mistrattati e mai ascoltati e finanziati come si dovrebbe, tentiamo di rovesciare il paradigma patriarcale che le ha sollecitate e permesse e lo sviluppo predatore e insostenibile che ha distrutto le risorse e le specie della terra per assicurarsi potere e ricchezza. Ma come dicono le giovani leader di FFF, non ho intenzione di dare spazi a bla, bla, bla, né di uomini né... Continua

Pubblicato in: Diritti umani, Donne,

Blabla dei grandi, femminicidi e infanticidi.

postato il 18 Nov 2021
Blabla dei grandi, femminicidi e infanticidi.

Post Cop 26 e G20 italiano senza futuro rispetto alla situazione internazionale, ai profughi e ai migranti che cercano scampo da guerre e da disastri climatici, Afgane in primis, e alla catastrofe ambientale ormai in atto. Post elezioni deludenti come prevedibile visto che pressochè tutti i sindaci, di sinistra e di destra, sono maschi, lottizzazione nelle nuove nomine Rai dove la promozione di donne, che salutiamo con soddisfazione, è anche un alibi per penalizzare e ridisegnare la distribuzione di poteri tra partiti nelle segrete stanze.

Già nel mio precedente post avevo messo insieme fragilità e determinazione, ferite e amore, solidarietà e tradimento, empatia e violenza, speranze e paura. In un quadro di uragani mediterranei... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, Esteri, Istituzioni,

Tre donne e un intervento

postato il 13 Nov 2021
Tre donne e un intervento

Sono stata dimessa due giorni fa e forse sono uscita da un incubo durato due anni. Le probabilità di superare questo stato invalidante a cui mi portava il mio cuore, con i suoi sbalzi da 60 a 177 battiti, all’inizio erano del 50%. Il Rizzoli di Ischia che mi aveva fatto la prima diagnosi quando ero svenuta, e il cuore si era fermato, alla fine di una bellissima giornata a Sant’Angelo, dopo terme, mercatino, camminata e bagni, mi aveva sbattuto nella categoria dei cardiopatici, con tutte le incertezze tra invalidità e morte che porta come possibilità. L’agitazione di chi mi attorniava mentre aspettavo l’autoambulanza contrastava con la tranquillità cosciente di una che resuscitava avendo provato l’anticamera della morte.  ... Continua

Pubblicato in: Diritti umani, Donne, salute,

Tra G20, Cop26 e noi ecofem

postato il 1 Nov 2021
Tra G20, Cop26 e noi ecofem

Ho ascoltato la conferenza finale di Draghi che, a differenza di Guterres e Biden che hanno dichiarato la loro insoddisfazione, ha affermato che il vertice G20, durato un anno di lavoro degli sherpa e conclusasi ieri con la fotografia dei partecipanti che buttavano la monetina nella fontana di Trevi, è stato un successo perché “mantiene i nostri sogni, prende impegni e provvedimenti importanti, stanzia notevoli risorse. Oggi condividiamo obiettivi e ambizioni significative: 0 emissioni a metà secolo, e l’obiettivo di 1,5° è riconosciuto come scientificamente valido. Entro il 2021 finiranno i finanziamenti ai fossili. Saremo giudicati per quello che faremo e non per quello che diciamo.”

Il G20 di Roma si è concluso con... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Diritti umani, Donne, Europa, Istituzioni,

Tempi difficili

postato il 14 Ott 2021
Tempi difficili

Occorre non perdere la lucidità e l’empatia in questa fase in cui, tra autoritarismi spicci e ribellioni violente, le voci di chi cerca il confronto sono soffocate o costrette, loro malgrado, in schieramenti che si fronteggiano in modi sempre più aggressivi come ho già denunciato su questo blog un po’ di tempo fa. La comunicazione della Ministra Lamorgese e l’intervento della Meloni in aula dopo la manifestazione di Roma di sabato scorso e i fatti squadristici che sono culminati nell’invasione della CGIL, in stile Capitol Hill, e di un ospedale, purtroppo dimostrano la debolezza di chi governa e l’uso strumentale di chi sta all’opposizione, unica purtroppo. Per questo vorrei valorizzare chi ne sta fuori, pubblicando... Continua

il giorno dopo

postato il 5 Ott 2021
il giorno dopo

Il dato che più mi ha colpito, e che non mi fa per niente tranquilla dei risultati di queste elezioni, è che le poche amiche ecofemministe che hanno trovato spazio e si sono coraggiosamente candidate nelle loro città e in Calabria, non sono state elette. Eppure erano tutte in liste civiche di sinistra o partiti che si definiscono progressisti. Naturalmente qualche eccezione c’è, come Milano, dove Sala, che aveva fatto dichiarazioni di conversione ecologista firmando la carta d’intenti dei Verdi europei, è stato riconfermato con una larga maggioranza al primo turno e i Verdi hanno ottenuto un buon risultato con tre eletti. Certo, nei luoghi dove si va al secondo turno come a Roma resta aperta qualche speranza ma la Calabria... Continua

Pubblicato in: Donne, Istituzioni, politica,

intervento a Lamezia

postato il 25 Set 2021
intervento a Lamezia

Governodilei. Lamezia

Grazie a tutte per esserci arrivate con entusiasmo, ascoltandoci e modificando continuamente, facendo partecipare e affascinando tante amiche che vogliono esserci anche all’ultimo minuto. Gratitudine ed empatia, nonviolenza, amore e democrazia, senza prevaricazione ma con molta determinazione abbiamo dispiegato la forza collettiva delle donne. Ho trovato ieri mattina appena sveglia un libro che ho riletto, pubblicato nel 2004 a Kabul da una associazione di donne afgane, “la tela di Penelope” di una operatrice della CRI che è stata anche in Africa ed India. Tante di noi sono scrittrici, viaggiatrici e operatrici umanitarie. Poche hanno esperienza politica e istituzionale. Quando si entra... Continua

Abbiamo buttato il cuore oltre l’ostacolo

postato il 17 Set 2021
Abbiamo buttato il cuore oltre l’ostacolo

Mentre tante di noi erano già in vacanza abbiamo cominciato a confrontarci nel nostro google group ecofem e nel gdrive collegato su come organizzarci.

Non è stato facile trovare un accordo su come chiudere a nostro modo una campagna elettorale che si avvierà molto in ritardo, coinvolgendo le candidate ecofemministe che, su nostra sollecitazione diretta o indiretta, ci hanno mandato nell’ultima settimana i loro “santini”, ma soprattutto quelle che abbiamo seguito dall’inizio, molte delle quali fanno parte della rete. I numerosi webinar che abbiamo continuato anche nell’estate, e a... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Diritti umani, Donne, Istituzioni, politica, salute,
Carica altri articoli