Archivio categoria:

TAV

pensare a prima e a dopo covid-19

postato il 31 Mar 2020
pensare a prima e a dopo covid-19

Sul “prima” le due trasmissioni su Rai 3, quella dell’altro ieri “indovina chi viene a cena” e quella di ieri di Report sono finalmente servizi che entrano nel merito di come si sapesse... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Diritti umani, Donne, Europa, Istituzioni, Lavoro, politica,

Aggiornamento Covid-19

postato il 27 Mar 2020
Aggiornamento Covid-19

Ringrazio la mia amica di tanti anni, femminista e ricercatrice torinese e candidata più volte con il M5S di cui è stata da subito sostenitrice. Pochi giorni si era rifatta viva nel nostro gruppo wapp mumblemumble, molto attivo nei primi giorni di governo Appendino, quando sognavamo che una giovane sindaca, candidatasi con la bimba in pancia dopo 5 anni di intelligente opposizione al consolidato sistema politico e di affari “sistema Torino”, ci avrebbe aiutate ad accelerare quel governodilei per cui già allora volevamo lavorare, anche sull’onda delle due sindache di Madrid e Barcellona, che ci facevano sperare in un’Europa ecofemminista che dal Nord e dalle città, si stava realizzando anche nel Mediterraneo e... Continua

Pubblicato in: Donne, Istituzioni,

Covid-19, cosa ho capito in queste ultime settimane

postato il 24 Mar 2020
Covid-19, cosa ho capito in queste ultime settimane

E’ passato più di un mese da quando  sono chiusa in casa e il virus ha cominciato a diffondersi in Lombardia. Da due giorni un lieve calo dei contagiati e dei morti sembra segnare una curva che smette di impennarsi anche perché la temuta diffusione nel Sud, importata da chi è scappato dai primi focolai pericolosi, è stata abbastanza contenuta finora. La velocità di diffusione dall’inizio di marzo ad oggi ci ha come storditi. Qualche amico ammalato ci ha spaventato, ed ultimamente anche qualche morto che conoscevamo e ci siamo immedesimati nei tanti che hanno agonizzato e sono morti da soli, senza neppure poter avere conforto dai loro parenti e un funerale. Tra le vittime 24 medici, di cui 11 di famiglia.

<... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, Europa, Istituzioni, Lavoro, politica,

Realtà fantascientifica

postato il 13 Mar 2020
Realtà fantascientifica

Non pareva vero a tutti i maschilisti frustrati di sfogarsi contro una capa e ribadire che le donne non sono adatte. Questa lettera che la Lagarde avrebbe scritto a Macron che sta circolando, che ha ripreso anche Fff, ne è un esempio. Sapevo che sarebbe successo immediatamente. Ieri mattina quando ho scritto sul mio diario volevo mettervi in guardia. Commentate quel che succede del nostro punto di vista ecofemminista

Monica Lanfranco ci invia ogni giorno su www.radiodelledonne.org il suggerimento di un libro di un’autrice, in genere di fantascienza, e ci invoglia a procurarcelo... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Diritti umani, Donne, Europa, politica,

confronto sui cambiamenti in corso

postato il 2 Mar 2020
confronto sui cambiamenti in corso

Ho scritto ieri su FB la mia necessità di uscire dall’isolamento crescente, indotto dal coronavirus, aprendo un confronto approfondito tra ecofemministe, considerato anche il silenzio di molte amiche di lunga data, e di tante associazioni, o le considerazioni ripetitive di altre. A questo scopo riportavo il titolo dell’articolo di Guido Viale, “ nulla sarà come prima” e la preveggente frase finale del libro “la morte della natura” della Merchant, che riassumeva il lavoro di ricerca asserendo che la terra malata potrà ritrovare la salute solo se vengono rovesciati gli attuali valori e rivoluzionate le priorità economiche.

Anche sul Manifesto di ieri, 1/3/2020 sono comparse due riflessioni che segnalo: la prima di... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Diritti umani, Donne, politica

L’ecofemminismo: storia di una rivoluzione necessaria. Proposte di pratiche concrete

postato il 16 Feb 2020
L’ecofemminismo: storia di una rivoluzione necessaria. Proposte di pratiche concrete

Ecofemminismo:   una rivoluzione sempre più urgente perché non c’è più tempo, lo diciamo con Greta.

 Laura Cima

Sapete un po’ della mia storia. Sono  ora pensionata ma continuo con la mia attivita’ politica, formatrice e di scrittrice. Dopo la mia biografia, due altri libri collettivi, quello che ha originato questa formazione , di cui ringrazio Legambiente e l’ultimo, sessantottine che ora progetta un seguito. Da formatrice, un anno prima di essere eletta parlamentare, l’anno di Chernobyl, preparai due unità didattiche per corsi di FP sulla teoria dei sistemi. Avevo letto di Prigogine e Stengers “La nuova alleanza”, di Lazlo “Il punto... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, politica,

Ecofem/#governodilei

postato il
Ecofem/#governodilei

Sono tornata in Italia da poco. Quindici giorni di mar delle Andamane che ci siamo concessi utilizzando uno scambio per sottrarci al tormentone di Sanremo, delle elezioni in Emilia Romagna e Calabria e dall’inquinamento altissimo di Torino, città dall’aria più inquinata d’Europa. Non a caso ragazze e ragazzi di FfF, su indicazioni di Greta che è stata qui in occasione dell’ultimo sciopero, si terrà nella mia città l’incontro internazionale previsto questa estate. In Thailandia, terra bellissima e incontaminata quando la visitai la prima volta quarant’anni fa, facendomi a piedi il triangolo dell’oppio e ridiscendendo il Mekong, ho finalmente visto il sud, ho navigato fino a Phi Phi island e... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne,

Pechino+25

postato il 16 Gen 2020
Pechino+25

Con riconoscenza pubblico anche qui, come ho fatto sulla pagina fb di IF, questo ottimo articolo dell’amica Daniela, che considero la esperta di politica internazionale del #governodilei. Non tutte sanno che il dipartimento P.O. presso la Presidenza del Consiglio è praticamente smantellato e che questa ministra renziana non conosce neppure le scadenze internazionali, non partecipa ovviamente, e lascia che la posizione italiana sia elaborata da funzionari e non confrontata a livello politico e associativo con nessuno. Naturalmente questa situazione continua ad essere funzionale alla politica maschile sessista: se ricordate la vergogna di quando l’Italia era rappresentata a N.Y da Fontana e improvvisamente Spadafora fu spinto... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, Esteri,