Archivio categoria:

politica

Complici di morti: donne che ci salveranno

postato il 29 Nov 2022
Complici di morti: donne che ci salveranno

“Abbiamo sbagliato e chiediamo scusa” Chi abdica questo sistema non versa lacrime di coccodrillo in cordoglio ma dice questa frase, suggerita da un giornalista indignato su La7, durante l’intervista al sindaco di Lacco Ameno, che già ieri mi aveva fatto una pessima impressione. Poi, come dice e ha fatto Renzo Piano a Genova, “adesso curiamola”. Un’isola distrutta dall’incuria e dall’abusivismo, come del resto la stragrande parte del nostro territorio, fragile e bellissimo, al centro dei rischi aumentati in modo esponenziale dalla inarrestata crisi climatica.

I condoni creano consenso e illusoriamente portano risorse alle casse dello Stato, in realtà le spese dovute per affrontare... Continua

UOMINI COMPLICI

postato il 25 Nov 2022
UOMINI COMPLICI

Date come quella di oggi vorrei dimenticarle. Di fronte al dolore immenso delle sorelle che hanno subito direttamente o indirettamente stupri, violenze e maltrattamenti preferisco da anni il silenzio piuttosto che le celebrazioni ufficiali o gli scritti di circostanza in rete. Reggo meglio sarcasmo e ironia. Dipende sicuramente dai miei ottanta anni, i primi quindici dei quali esclusi perchè allora si rimaneva bambine a lungo e nella mia famiglia sono cresciuta senza paure, nonostante tre anni sotto i bombardamenti di cui ho qualche immagine che non so se reale. Da quando ho capito non ho mai smesso di ribellarmi e credere che prima o poi ce l’avremo fatta. E di stare male ogni volta, e indignarmi.

Ho provato poche volte... Continua

Oggi c’è speranza

postato il 10 Nov 2022
Oggi c’è speranza

Per questo riprendo a scrivere dopo giorni di silenzio, quando mi era sembrato di affogare in un mare di violenza e ignoranza, proprio quando cominciavamo a parlare di diserzione dal patriarcato al grido “donne, vita e libertà”, trascinate dal coraggio delle sorelle iraniane e curde, sarawi, mapuche, guatemalteche, afroamericane, indiane riunite a Berlino nella conferenza internazionale per “illuminare l’oscurità creata dal sistema degli uomini” grazie a un patrimonio di lotte “che dura da cinquemila anni” e la determinazione a combattere “sessismo, razzismo, estrattivismo e colonialismo. Per questo hanno... Continua

analisi del voto

postato il 29 Set 2022
analisi del voto

Col 43,79% il centrodestra prende 235 seggi.
Col 41,56% il centrosinistra + M5S ottengono 131 seggi.

E’ il risultato prodotto dalla vergognosa e antidemocratica legge elettorale Rosatellum voluta da Matteo Renzi che porta il nome di Rosato infatti. E che i successori di Renzi (Martina, Zingaretti e Letta) non hanno mai voluto modificare. Il Pd ha votato no alla prima lettura sul taglio dei parlamentari, perchè stava all’opposizione con Zingaretti. Provvedimento proposto dai 5 stelle che stavano al governo con la Lega. L’approvazione finale alla Camera, avvenuta nell’ottobre 2019, ha visto il voto favorevole del PD appena arrivato al governo un mese prima. Entrambi i partiti hanno promesso il... Continua

Troppi morti. Quali responsabilità?

postato il 19 Set 2022
Troppi morti. Quali responsabilità?

Nelle Marche sotto una ennesima catastrofe ambientale contano morti e danni mentre i sindaci denunciano di aver ricevuto dalla protezione civile solo una vaga allerta gialla e si scoprono i miliardi stanziati da circa venti anni per l’assetto idrogeologico del territorio mai utilizzati o utilizzati male. Una storia che si ripete dopo ogni disastro “naturale” con il senno di poi che non individua mai colpevoli reali e sbagli politici grossolani. Nessuno che faccia autocritica di tutti i molti politici vecchi che si ripresentano con nuovi nomi o nuove coalizioni anche in questa tornata elettorale.

Uno studente diciottenne muore durante uno stage sotto pesanti lastre senza che nessuno abbia fatto controlli e preteso sicurezza... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, Lavoro, politica,

di quanto siamo arretrati?

postato il 31 Ago 2022
di quanto siamo arretrati?

La morte di Gorbaciov, silente in tutti questi anni dopo la sua deposizione nel 1991, ci riporta agli anni della caduta del muro di Berlino e di Chernobyl, quando la fine della guerra fredda e il processo di apertura e democratizzazione ci avevano fatto credere che il nuovo millennio avrebbe visto un altro mondo possibile. Un mondo senza guerre e più giusto, rispettoso delle differenze di storie e culture, capace di confronti e diplomazie liberi dalle ideologie e dalle violenze del secolo di sangue che stava finendo.

Rosalba Castelletti ci ricorda oggi una delle sue rarissime uscite con la sua ultima intervista a Repubblica cinque anni fa, quando denunciò che il mondo era sull’orlo di una catastrofe e invitò i presidenti di... Continua

Si litiga e si saltella di qua e di là

postato il 11 Ago 2022
Si litiga e si saltella di qua e di là

Siamo già in campagna elettorale nella massima confusione per chi sta fuori dal palazzo. Cioè per noi che siamo governati da una classe politica che non ci rappresenta, che ora fa e disfa sulla base dei collegi ridefiniti per il taglio dei parlamentari, che questa legge elettorale, il rosatellum, proporzionale e uninominale insieme, impone con alleanze improvvisate. E firme certificate a gogo per chi non è così fortunato da possedere, o comprare un simbolo che Tabacci ad ogni tornata vende a chi lo candida. Dobbiamo ringraziare Rosato che nel Pd governato da Renzi ci ha imposto questa legge facendo vincere Conti e Salvini. E ora temo che farà vincere la destra. Complimenti ai grandi strateghi che si definiscono democratici e progressisti... Continua

Pubblicato in: Donne, Istituzioni, politica,

il mio importante compleanno

postato il 4 Ago 2022
il mio importante compleanno

compiere ottanta anni in buona salute, con le amiche del Castelletto che mi festeggiano e fanno il bagno con me in questa acqua, amici e amiche della rete che da questa mattina all’alba mi fanno gli auguri, già almeno quattrocento a quest’ora su Fb, mail, messenger e ovunque è felicità. Vorrei ringraziarvi uno per una ma lo faccio subito qui per la contentezza.

Se si aggiunge che stasera ceneremo sulla punta di San Bernardino, sotto un pergolato pieno d’uva con Piero, mia figlia Paola e le mie nipotine ormai grandi, l’una appena maggiorenne che ha lasciato le sue amiche in Sardegna per venire a festeggiare la nonna, e la piccola covidosa che si è negativizzata giusto in tempo per esserci anche lei, è... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Donne, politica, salute,
Carica altri articoli