Archivio del mese di

Maggio 2021

La sicurezza che vogliamo

postato il 28 Mag 2021
La sicurezza che vogliamo

Come sempre dopo ogni incidente sul lavoro i media si riempiono di titoli e commenti che sembrano far riemergere un po’ d’umanità e che indagano sulle cause ma mai sui mancati controlli e sul perchè del numero esorbitante di morti. Così come dopo ogni femminicidio, spesso annunciato perchè il maltrattante era stato denunciato inutilmente, e ogni stupro. L’imprenditore di Milano ha potuto agire impunito per anni, drogando ragazze che convocava promettendo loro lavoro, come Genovese, inventore di Facile.it, quello dei festini sulla terrazza sempre milanese.

La strage della funivia del Mottarone, precipitata a causa delle due forcelle messe per impedirne il bloccaggio lascia allibiti. Dalla riapertura tutti quelli... Continua

Pubblicato in: Ambiente, Diritti umani, Donne, Europa, Lavoro, politica, salute,

come organizzarci

postato il 21 Mag 2021
come organizzarci

Cerco di spiegare perchè come Ecofem ci stiamo allargando velocemente e abbiamo di conseguenza, con le altre associazioni che hanno voluto promuovere con noi, lanciare questo messaggio che sta cominciando a raccogliere adesioni ad un confronto politico aperto sulla situazione attuale, sempre più confusa e senza prospettive chiare, dove tanti sgomitano per governare le grandi città, e forse anche quelle più piccole, senza nessuna prospettiva e proposta chiara che ci faccia venire voglia di partecipare a campagne elettorali e a votare In tutte le democrazie, e non solo quelle occidentali, ormai si sa che a decidere tra due schieramenti chi vince sono le donne, sia con il voto che con l’astensione. In... Continua

Pubblicato in: Donne, politica,

Schierarsi è lo sport più diffuso

postato il 15 Mag 2021
Schierarsi è lo sport più diffuso

Credo di aver fatto il pieno in questi giorni di schieramenti, più o meno mascherati, che riportano noi donne indietro di decenni vendendo invece modernità, responsabilità verso altri oppressi, verso il futuro del nostro paese o dei palestinesi, verso il “bene”. Che ci richiamano all’altruismo, alla comprensione, alle direttive di partito o di gruppo parlamentare, alle responsabilità di governo, alla cura degli altri e del mondo.

Ma soprattutto sopporto sempre meno tutte le energie perse a schierarsi su una provocazione. Se la persona incinta con i peli sulla prima pagine dell’Espresso, “la diversità è ricchezza”, è uomo o trans. Se Rula Jebreal ha fatto male, è una irresponsabile perché non è andata da Bianchi... Continua

Pubblicato in: Diritti umani, Donne, politica,